Ludopatia: aiutare il giocatore d’azzardo patologico

Il network delle aziende solidali InCerchio, collaborerà nella prevenzione e nella sensibilizzazione alle problematiche del gioco d’azzardo.
Il gioco d’azzardo, anche patologico (GAP) è in forte aumento nella popolazione: l’universo dei giocatori è costituito da circa 30 milioni di persone, circa 2 milioni di queste sono a rischio di dipendenza, mentre si stima che i giocatori patologici siano circa 800.000.
In Emilia Romagna, si stima che i giocatori ad alto rischio di dipendenza siano circa 10.000 ed il dato è in forte aumento; pertanto la Regione ha inteso promuovere azioni di prevenzione e di contrasto alla dipendenza da gioco patologico.
Sul territorio regionale è già attiva una rete di collaborazioni e progetti di prevenzione rivolti principalmente a due target specifici di popolazione: quello giovanile in ambito scolastico ed extrascolastico e quello dei cittadini di ogni età.
Nell’ambito delle azioni per la sicurezza in azienda, il 23 Luglio 2014 gli enti pubblici socio-sanitari del comprensorio di Casalecchio si sono incontrati presso gli stabilimenti Felsineo, azienda del network InCerchio, già sensibilizzata ed attiva sul tema della prevenzione delle ludopatie.
E’ emersa la possibilità anche per le altre aziende InCerchio di rientrare nel progetto offrendo condizioni d’interesse: non vi è alcun costo per le imprese ed il tutto è gestito, garante l’ente pubblico, da una associazione esperta dI Varese, Azzardo Nuove Dipendenze http://www.andinrete.it/

Il GAP, abitudinario o saltuario, comporta alterazioni dell’equilibrio psicofisico, nocive sopratutto per i lavoratori che svolgono mansioni che comportano rischi per la sicurezza, l’incolumità e la salute propria e di terzi come elencato nell’Intesa Stato-Regioni del 30 ottobre 2002.

I costi sociali del GAP sono rappresentati dalla minore produttività lavorativa di chi ne è coinvolto, dai danni arrecati alla famiglia, dalla possibilità di sconfinamento nel mondo dell’illegalità (furti, frodi, giri dell’usura e del riciclaggio di danaro sporco) e dai costi sanitari.
L’Azienda Usl di Bologna – Distretto di Casalecchio di Reno, il Sert, ASC InSieme, l’Ufficio di Piano di Casalecchio di Reno hanno individuato, per questo anno, come prevenzione del GAP un piano mirato ai lavoratori delle aziende del territorio con un progetto per sensibilizzare le aziende sulle problematiche del gioco d’azzardo patologico.

Il progetto ha l’obiettivo di attuare interventi di formazione e sensibilizzazione con intercettazione precoce ed auspicabile avvio alla cura di lavoratori con problematiche di gioco patologico.

Attori coinvolti con i quali il network delle aziende solidali InCerchio collaborerà alla realizzazione del progetto sono:
Ausl di Bologna: Sert (operatori formati sul GAP: educatore professionale, medico psichiatra,), Distretto di Casalecchio di Reno; Ufficio di Piano; ASC InSieme
Associazione Per le Vittime
AND- Azzardo e Nuove Dipendenze (psicologi, educatori, assistente sociale, medico)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *